SANTUARIO
LA MADRE DEL NOSTRO LICHENE
L'ADOLORATA REGINA DI POLONIA

SCORRERE VERSO IL BASSO

"Perle di Musica Sacra" - concerto nella basilica di Licheń

Nella festa della Santissima Trinità, il 30 maggio, la basilica di Licheń ha ospitato il Coro e l'Orchestra dell'Ensemble Nazionale di Canto e Danza "Mazowsze" Tadeusz Sygietyński. Sotto la direzione del maestro Jacek Boniecki, gli artisti hanno accompagnato la messa di mezzogiorno con la loro musica e, dopo la liturgia, hanno regalato al pubblico un concerto straordinario.

La Santa Messa principale nella basilica è stata celebrata alle 12.00 sotto la guida di p. Bogusław Bindy, MIC, superiore della comunità lichenica dei sacerdoti e fratelli Mariani. L'essenza della festa di ieri è stata presentata ai presenti prima della liturgia dal vice-curatore del santuario, p. Adam Stankiewicz, microfono: “La fede in un Dio su tre è uno degli elementi più specifici del cristianesimo. Nessun'altra religione rivendica questo mistero. L'esistenza della Santissima Trinità è un dogma della nostra fede. Con la sola ragione umana, non arriveremmo a questa verità. Ce lo ha rivelato Gesù Cristo».

Msza Święta 31 maja 2021 ks. Bogusław Binda MIC
Fr. Bogusław Binda, MIC
Msza 31 maja 2021 1
Basilica, Solennità della Santissima Trinità, 30 maggio 2021

Nell'omelia pronunciata da p. Binda ha incoraggiato l'espressione delle parole del segno della santa croce, riflettendo sul loro significato. - La Parola di Dio rivela la Santissima Trinità operante nella storia per noi e per la nostra salvezza. Questa storia continua nella vita di tutti. L'Eucaristia di oggi è un incontro con il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Ogni volta che facciamo il segno della santa croce, è per ricordarci il nostro battesimo.

In altre parole, la Mariana ha assicurato che: - la misura dell'amore è Amore senza misura. Dio non si stanca mai di noi. Per lui non sei uno schiavo, ma un bambino che, come ogni genitore, ama.

- Voglio che tu sappia che tutto ciò che ti separa da Dio Padre può essere perdonato nell'oceano dell'amore misericordioso. Voglio che comprendiate che siete una parte unica del Suo Corpo - la Chiesa - una comunità in cui siamo stati incorporati attraverso il Santo Battesimo. La nostra vita quotidiana richiede che diamo una testimonianza. Non siamo in grado di farlo da soli. Possiamo vedere quanto sia difficile per noi. Lo Spirito Santo, essendo dono del Padre e del Figlio, vive in ciascuno di noi - voglio essere sperimentato ora della sua sapienza, potenza e della presenza vera, autentica di Dio in me. Il Mistero della Santissima Trinità è una chiamata e un compito per noi per imparare a costruire correttamente le nostre relazioni, il legame con Dio e gli altri disse il monaco.

Dopo molti mesi di lavoro nella quiete delle sale prove, senza contatti con il pubblico e senza concerti via Internet, l'ultima domenica di maggio "Mazowsze" ha avuto l'opportunità di esibirsi dal vivo davanti al pubblico. Durante la Santa Messa solenne, tra gli altri, "Messa dell'Incoronazione" di WA Mozart o il famoso "Hallelujah" dall'Oratorio "Messiah" di GF Handel.

Il concerto si è aperto con i dodici movimenti del Gloria di Antonio Vivaldi. Il pubblico ha anche avuto l'opportunità di ascoltare, tra gli altri "Preghiera alla Madre di Dio" con musica di p. Jan Żukowski, scritto sulle parole di Juliusz Słowacki e inserito nel repertorio di "Mazowsze" durante la pandemia "Agnus Dei" di Georges. C'era anche il suono della Laudate Dominum di Charles Gounod, mai eseguita da Mazowsze, che ha avuto la sua prima a Licheń. Il concerto è stato condotto dal maestro Jacek Boniecki, che ha ricordato le precedenti visite di Mazowsze a Licheń. Nel 1999, sui gradini della basilica, ancora in costruzione, l'ensemble ha salutato con i suoi canti Papa Giovanni Paolo II durante il VII Pellegrinaggio del Santo Padre in Polonia. Due anni fa, l'ensemble ha celebrato il 70° anniversario della sua presenza al Santuario con i Padri Mariani di Licheń. “Ognuno di questi soggiorni qui, sia artistici che di preghiera, ha provocato una riflessione ed è stato in momenti speciali. Oggi vogliamo pensare al futuro, nel contesto degli eventi che hanno toccato il mondo intero e che, forse, Dio non voglia, hanno determinato un cambiamento in ogni spazio. Oggi Mazovia vuole cantare di gioia e chiedere a Dio che questa disgrazia che ha toccato il mondo passi". - ha detto il direttore del gruppo, il M° Jacek Boniecki. Il coro è stato preparato per il concerto da Mirosław Ziomek.

Coro e Orchestra dell'Ensemble Nazionale di Canto e Danza "Mazowsze", basilica, 30 maggio 2021

Condividi il post