SANTUARIO
LA MADRE DEL NOSTRO LICHENE
L'ADOLORATA REGINA DI POLONIA

SCORRERE VERSO IL BASSO

FR. Rafał Krauze, MIC, il nuovo parroco della parrocchia di st. Dorothy in Licheń Stary

Il 01/01/2021, con decreto del Vescovo di Włocławek del 31/12/2020, p. Rafał Krauze, MIC, è parroco della parrocchia di Licheń Stary

FR. Rafał Krauze, MIC

Il rito dell'insediamento di un nuovo parroco si è svolto domenica 3 gennaio, durante la Santa Messa. in. 10.30 nella chiesa parrocchiale di st. Dorotea. A nome del vescovo di Włocławek, Wiesław Mering, il sacerdote è stato presentato all'ufficio del parroco della parrocchia di Licheń. Sławomir Kasprzak, parroco della parrocchia di st. Stanisława BM a Kramsk, decano del secondo decanato Konin. I sacerdoti mariani della casa religiosa di Licheń erano rappresentati da p. Bogusław Binda, MIC, superiore della comunità. L'Eucaristia è stata concelebrata anche da p. Marek Kordaszewski, MIC, vicario parrocchiale.

All'inizio della messa, dopo l'ingresso processionale al tempio, il nuovo parroco è stato salutato dai rappresentanti del consiglio parrocchiale. A nome del vescovo ordinario, il nuovo parroco ha ricevuto le chiavi della chiesa parrocchiale da p. Slawomir Kasprzak.
Nell'omelia, il preside ha detto, tra l'altro, sulla difficile situazione in cui p. Rafał ha dovuto prendere una nuova posizione. Si riferiva così alla morte prematura del precedente parroco della parrocchia di Licheń, il compianto FR. Henryk Kulik, MIC. -“Sebbene l'ufficio di parroco sia una gioia, i nostri cuori sono in lutto per il parroco precedente. Una simile presa in consegna della parrocchia non è facile, soprattutto dopo la persona che si prende cura della parrocchia, per ogni parrocchiano. Ecco perché è difficile per noi essere felici in modo così umano. Ma la saggezza di Dio non è umana. Per vederlo e capirlo bisogna avere molta umiltà e imparare da Gesù stesso, e non è facile”.

Concludendo le sue considerazioni, p. Kasprzak si è rivolto al nuovo parroco con parole di incoraggiamento e incoraggiamento nel contesto della sua nuova posizione. - "Vi auguro di esercitare il vostro sacerdozio in modo tale che i vostri parrocchiani, ascoltando la vostra voce, seguano il Salvatore".

Dopo l'omelia di p. Rafał Krauze, MIC, alla presenza del Decano e della comunità fedele della sua parrocchia, ha emesso la professione di fede secondo le prescrizioni del diritto canonico (can. 833 del PCC). Dopo la comunione, il nuovo parroco, posando la mano destra sul libro evangelico, ha prestato giuramento di fedeltà, nel quale i fedeli hanno ascoltato, tra gli altri, che il nuovo parroco con la massima diligenza e fedeltà adempirà ai doveri che gli sono stati affidati nei confronti della Chiesa, sia universale che particolare, alla quale è stato chiamato a servire, adempiuti a norma del diritto.

Prima della fine della Messa, FR. Krauze ha ricevuto dai parrocchiani anche una stola viola, che è abitualmente utilizzata dal sacerdote durante il suo servizio in confessionale.

Lichen Stary, 3 gennaio 2021

Testo: Robert Adamczyk, Ufficio stampa del Santuario

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email
X